Attività sportive per l’inclusione

Le attività sportive sono offerte in solidarietà dall’Associazione di volontariato “Una breccia nel muro”. Attualmente sono state realizzate due iniziative relative al golf e al rugby con diverse finalità: ampliare gli interessi, valorizzare le attitudini, accrescere l’autostima di bambini con disturbo dello spettro autistico; far superare alle famiglie il senso di solitudine e far prendere loro consapevolezza che ogni possibilità può essere aperta per i figli.

In collaborazione con i maestri federali di “Golfprogram” un gruppo di bambini con autismo viene allenato al golf sui campi di “Archi di Claudio” Golf club, con il patrocinio della Federazione italiana golf e del Comitato Ryder Cup 2022. Il progetto intitolato “Gol4Autism” ha ambizioni nazionali; ad esso stanno aderendo altri golf club nel paese. Il golf è congeniale ai bambini con autismo: comporta una concentrazione limitata nel tempo e gesti tecnici ripetitivi; si svolge in spazi ampi e senza la presenza di elementi che possano distrarre. Istruttori e terapisti collaborano sul campo.

In collaborazione con “Primavera rugby Roma”, “L’emozione non ha voce” e “SoRTe” un gruppo di bambini con autismo fa allenamenti di rugby sui campi di Tor di Quinto. Il rugby facilita la socializzazione, il rispetto dei turni sul campo e crea, con il “terzo tempo”, un ambiente di scambio importante per i bambini e le loro famiglie.

Nei limiti della ricettività le attività sono aperte a tutti i bambini e, nel caso del golf, adolescenti con autismo.

31. rugby