Corsi per le scuole

l corsi offrono a insegnanti di diversi ordini e gradi di scuola una descrizione ampia e approfondita dei principi e delle tecniche dell’analisi del comportamento applicata (ABA, Applied Behavior Analysis) e dei possibili impieghi in favore di bambini e adolescenti con disturbi dello spettro autistico.

All’interno del programma di formazione vengono descritte procedure e tecniche che hanno lo scopo di aumentare i comportamenti socialmente funzionali dell’alunno e di ridurre quelli problematici.

 

Riguardo all’aspetto didattico-educativo vengono forniti strumenti per migliorare le abilità e le competenze del bambino come:

  • rispondere a istruzioni in classe, svolgendo i compiti assegnati;
  • imitare i comportamenti funzionali dei pari; fare richieste; giocare in modo funzionale;
  • collaborare con l’insegnante;
  • partecipare alle routines di classe; comunicare e interagire.

Infine, si vuole favorire, quanto più possibile, l’inclusione scolastica, progettando e organizzando gli ambienti di apprendimento e personalizzando le attività didattiche in modo da permettere all’alunno con autismo di partecipare alla vita di classe nella maniera più attiva e autonoma possibile.

 

Più specificamente, i corsi intendono affrontare gli aspetti seguenti:

  • disturbi dello spettro autistico e altri disturbi del neuro sviluppo,
  • strategie d’insegnamento basate sulle evidenze scientifiche per incrementare le abilità e la comunicazione funzionale per bambini con tale diagnosi,
  • comunicazione funzionale e comunicazione aumentativa alternativa, CAA, 
  • gioco funzionale e interazione sociale,
  • comportamenti problema: analisi e modalità di intervento,
  • insegnamento delle autonomie e didattica speciale.
  • Comunicazione funzionale e comunicazione aumentativa alternativa, CAA,  gioco funzionale e interazione sociale, comportamenti problema: analisi e modalità di intervento, insegnamento delle autonomie e didattica speciale.

 

Le lezioni includono proiezioni di slide e video, discussione di casi, attività di role-playing dove si cerca di simulare l’insegnamento e le problematiche da affrontare in classe, predisposizione di circle-time per l’analisi di bisogni particolari di coloro che partecipano al corso e la condivisione di esperienze e soluzioni pratiche per affrontare i problemi educativi emergenti, schede di auto-apprendimento attraverso checklist e momenti di auto-valutazione.

 

I corsi sono aperti a un numero minimo di 10 insegnanti fino a un massimo di 30. Possono partecipare insegnanti curricolari della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e di secondo grado e insegnanti di sostegno, oltre a dirigenti, personale ATA, AEC e assistenti alla comunicazione. I docenti del corso hanno esperienza certificata nell’analisi del comportamento applicata e nel trattamento di bambini e adolescenti con disabilità nello sviluppo.

 

La durata del corso base è di 20 ore; tuttavia, è possibile personalizzare l’intervento formativo in relazione ai bisogni del gruppo, ad esempio selezionando soltanto specifici moduli.

Il calendario viene concordato con le scuole; due possibilità sono: utilizzare le ore pomeridiane dal lunedì al venerdì; concentrare le lezioni durante i fine settimana, da venerdì pomeriggio a domenica pomeriggio. Soluzioni alternative, lungo più di una settimana sono pure possibili. La sede può essere una scuola oppure i locali dei Centri “Facciamo breccia”. Al termine del corso gli insegnanti ricevono un attestato di partecipazione.

34. corso per le scuole