Il mio primo viaggio da solo

Il-mio-primo-viaggio-da-solo

Grazie all'Associazione Autismo Sardegna e all'ENAC, con la collaborazione della compagnia aerea Meridiana, Nicola, un ragazzo affetto da autismo, ha potuto volare da solo, senza accompagnatori, sul volo IG1123, partito da Olbia alle 10:30 e diretto a Roma Fiumicino. Un viaggio importante per il ragazzo.

Quello di oggi è un viaggio importante sia per il ragazzo, sia per tutti coloro che si sono impegnati affinché una persona con una disabilità di questo tipo avesse la libertà di muoversi da solo. Si tratta di un ragazzo che ha già effettuato tanti voli con la propria famiglia, che quindi ha potuto negli anni prendere confidenza con i diversi ambienti, suoni e situazioni che caratterizzano il percorso dall'ingresso nell'aeroporto di partenza, fino all'uscita dallo scalo di destinazione.

L'esperienza odierna del volo in autonomia di Nicola si inserisce nell'ambito delle molteplici attività dell'ENAC a tutela dei diritti dei passeggeri e delle persone con disabilità e, in particolare, nelle attività del progetto "Autismo – In viaggio attraverso l'aeroporto" ideato dall'ENAC con la collaborazione di Assaeroporti, delle Società di gestione aeroportuale italiane e con il coinvolgimento delle Associazioni di categoria.

Il percorso di esperienze che ha portato Nicola a muoversi da solo viene proposto dall'ENAC a tutte le persone che si trovano in questa particolare condizione grazie al progetto, avviato in forma sperimentale sull'aeroporto di Bari nel novembre 2015 e progressivamente adottato da numerosi altri scali tra cui Bergamo, Olbia (da dicembre 2016), Napoli, Roma, Milano, Venezia, ideato al fine di garantire a tutta l'utenza il pieno godimento del diritto alla mobilità. L'obiettivo è accompagnare questi passeggeri alla scoperta del viaggio, in tutte le sue fasi, dal check-in ai controlli di sicurezza, rendendo l'aeroporto un luogo familiare nel quale sentirsi a proprio agio.

Ogni situazione viene attentamente valutata dalla società di gestione dell'aeroporto di partenza, dalla compagnia aerea, dai familiari e dai medici, ma il traguardo che oggi Nicola ha raggiunto dimostra che, in determinate condizioni e con la collaborazione di tutti, si possono continuare ad abbattere barriere. Quando questa buona cooperazione si unisce a una costante azione di informazione specializzata realizzata dalle associazioni centrali e territoriali che seguono le tematiche afferenti lo spettro autistico, anche persone come Nicola possono usufruire, con percorsi dedicati, del trasporto aereo con elevata autonomia e libertà.

Olbia.it 

Polizia e persona in difficoltà
San Gimignano si segnala
Io, mia figlia e lo sport
Articoli in evidenza
Dicembre 2020
Padova. Alla base di questa storia ci sono due meravigliosi ingredienti: la passione sfrenata per lo sport e l'amore incondizionato per una figlia coinvolta nell'autismo. Sono quelli che hanno portato...
Articoli in evidenza
Dicembre 2020
"Quando è stato dichiarato il lockdown a marzo ho avuto paura di non poter continuare a perseguire quegli obiettivi e quei traguardi che mio figlio raggiungeva facendo terapia in presenza, ma poi mi è...
Articoli in evidenza
Dicembre 2020
L'attività sportiva nei disturbi dello spettro autistico ha un grande potere educativo, in quanto promuove il rispetto per l'altro e limita l'emarginazione. Diversi ricercatori si sono interessati all...

Sede di Roma

Via Giambattista Soria, 13
00168 Roma
Telefono: 06 95948586
Fax: 06 89877233
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sede di Salerno

Via Picenza, snc 
84132 Salerno
Telefono: 089 2852188/06 95948586 
Fax: 089 2853377 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright

Tutti i diritti riservati ©
Una breccia nel muro
C.F. 11605511002
Privacy Policy | Cookie Policy