“Le piccole vittorie” per quei bambini

settembre-2019-articolo-8

«Con il suo romanzo a fumetti l'Autore racconta la sua storia personale di un padre che deve dire al proprio figlio tanto atteso che è il più formidabile dei bambini, malgrado l'inaspettata diagnosi di autismo. E da disfatta annunciata, la sua storia si trasforma in una serie di tante piccole vittorie»: si chiama appunto "Le piccole vittorie" la graphic novel del canadese Yvon Roy, pubblicata in Italia da White Star Edizioni.

«Quando una famiglia scopre che il figlio è un bambino con autismo, rimette in discussione tutte le fantasie sul futuro, proprio come racconta questo romanzo e deve essere accompagnata alla ricerca di un nuovo equilibrio. La nostra Fondazione aiuta le persone con patologie psichiche e intellettive e le loro famiglie a vivere nelle migliori condizioni di benessere possibile, favorendo l'inclusione sociale. Siamo dunque grati a White Star per questa collaborazione, che ci aiuterà a creare ambienti e situazioni del tutto simili a quelle della vita quotidiana, per "allenare" i bambini con autismo di cui ci prendiamo cura ad affrontare la vita di tutti i giorni, insieme alle loro famiglie».
A parlare è Cesarina Del Vecchio, presidente della Fondazione Renato Piatti di Varese. Il romanzo cui si riferisce è "Le piccole vittorie", storia a fumetti pubblicata lo scorso anno dal canadese Yvon Roy, e uscita nel nostro Paese per cura di White Star Edizioni, che in corrispondenza della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell'Autismo del 2 Aprile, ha deciso di dedicare la vendita online dell'opera ai bambini con autismo di cui si prende cura la Fondazione lombarda.

«Con lo strumento della graphic novel – scrivono dalla stessa Fondazione Piatti – Yvon Roy racconta la sua storia personale, ovvero, come dire al proprio figlio tanto atteso che è il più formidabile dei bambini, malgrado l'inaspettata diagnosi di autismo, disturbi psicomotori, disadattamento sociale. Rivolgendosi a tutti i genitori, Roy svela una magnifica e illuminante testimonianza di come la sfida più grande sia amare senza condizioni e senza debolezza il figlio che gli è stato donato. La lotta intrapresa da un padre, rimasto unito alla moglie malgrado la separazione, per trasformare insieme una disfatta annunciata in tante formidabili piccole vittorie».
La Fondazione Renato Piatti è stata costituita nel 1999 a Varese per volontà di alcuni soci dell'ANFFAS locale (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), allo scopo di progettare, realizzare e gestire servizi a favore delle persone con disabilità intellettiva e relazionale e delle loro famiglie.
Attualmente gestisce sedici unità di offerta nelle Province di Varese e Milano, nelle quali si prende cura di 495 persone di tutte le età, grazie all'impegno di circa 500 tra operatori e volontari. (S.B.)

Superando.it 

Mindfulness for children presso il Centro di Saler...
Laboratori di musicoterapia per stare meglio
Golf, risultati di un’esperienza
Articoli in evidenza
Dicembre 2020
L'attività sportiva nei disturbi dello spettro autistico ha un grande potere educativo, in quanto promuove il rispetto per l'altro e limita l'emarginazione. Diversi ricercatori si sono interessati all...
Articoli in evidenza
Dicembre 2020
Padova. Alla base di questa storia ci sono due meravigliosi ingredienti: la passione sfrenata per lo sport e l'amore incondizionato per una figlia coinvolta nell'autismo. Sono quelli che hanno portato...
Articoli in evidenza
Dicembre 2020
"Quando è stato dichiarato il lockdown a marzo ho avuto paura di non poter continuare a perseguire quegli obiettivi e quei traguardi che mio figlio raggiungeva facendo terapia in presenza, ma poi mi è...

Sede di Roma

Via Giambattista Soria, 13
00168 Roma
Telefono: 06 95948586
Fax: 06 89877233
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sede di Salerno

Via Picenza, snc 
84132 Salerno
Telefono: 089 2852188/06 95948586 
Fax: 089 2853377 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright

Tutti i diritti riservati ©
Una breccia nel muro
C.F. 11605511002
Privacy Policy | Cookie Policy