A sostegno delle famiglie (e dei nonni)

A-sostegno-delle-famiglie

L'Associazione di volontariato "Una breccia nel muro" promuove un'azione di sostegno alle famiglie nelle quali sia presente un bambino con autismo, dal momento della diagnosi e lungo il percorso riabilitativo. L'obiettivo è migliorare la qualità di vita dell'intero nucleo.

La presenza di un figlio con sindrome dello spettro autistico comporta livelli elevati di stress per entrambi i genitori e uno stravolgimento dell'assetto organizzativo familiare.

L'azione di sostegno intende offrire uno spazio di ascolto e di condivisione, facilitare la comunicazione all'interno della coppia e aumentare la consapevolezza della genitorialità.

L'obiettivo è migliorare il benessere e la qualità di vita dell'intero nucleo, con interventi in favore sia della coppia, sia di fratelli e sorelle e anche di nonni, una risorsa importante per le famiglie.

Viene proposto un percorso di psicoterapia breve, strutturato nel modo seguente:

  • due colloqui iniziali, preliminari all'avvio del percorso, finalizzati alla valutazione delle esigenze e alla definizione degli obiettivi;
  • dieci incontri di psicoterapia;
  • un incontro di follow up per verificare la stabilità dei risultati ottenuti.

Gli incontri hanno cadenza settimanale; gli orari vengono concordati.

Sarà eventualmente possibile accogliere la richiesta di uno solo dei genitori, anche se rimane preferibile la presenza di ambedue.

Il percorso è offerto gratuitamente a dieci coppie.

Per i nonni sono programmati incontri di consulenza psicologica per la gestione di eventuali problematiche relazionali con il nipote o con altri membri della famiglia.

È in corso di progettazione la realizzazione di incontri di gruppo tra fratelli di bambini autistici, con finalità ludico-esperienziali ed espressive e gli obiettivi seguenti:

  • fornire informazioni circa le particolarità del fratello;
  • favorire l'espressione e il riconoscimento del proprio vissuto emotivo;
  • promuovere la condivisione dell'esperienza tra coetanei;
  • favorire la crescita di competenze personali.

Le attività del progetto sono coordinate dalla dottoressa Giulia Guerra, psicologa e psicoterapeuta (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Otto ragazzi di ritorno da Rio
Simone sogna con i lupi
{ "@context": "http://schema.org", "mainEntityOfPage": "https://www.unabreccianelmuro.org/news/a-sostegno-delle-famiglie-e-dei-nonni", "@type": "BlogPosting", "headline": "A sostegno delle famiglie (e dei nonni)", "image": "https://www.unabreccianelmuro.org/images/easyblog_articles/215/b2ap3_large_A-sostegno-delle-famiglie.png", "editor": "Emanuele Patrizi", "genre": "Settember 2016", "wordcount": "355", "publisher": { "@type": "Organization", "name": "una breccia nel muro", "logo": {"@type":"ImageObject","url":"https:\/\/www.unabreccianelmuro.org\/media\/com_easyblog\/images\/schema\/logo.png","width":60,"height":60} }, "datePublished": "2021-08-03", "dateCreated": "2021-08-03", "dateModified": "2021-08-03", "description": "Una breccia nel muro", "articleBody": "<div class="ebd-block " data-type="text" ><p>L'Associazione di volontariato "Una breccia nel muro" promuove un'azione di sostegno alle famiglie nelle quali sia presente un bambino con autismo, dal momento della diagnosi e lungo il percorso riabilitativo. L'obiettivo è migliorare la qualità di vita dell'intero nucleo. </p><p>La presenza di un figlio con sindrome dello spettro autistico comporta livelli elevati di stress per entrambi i genitori e uno stravolgimento dell'assetto organizzativo familiare. </p><p>L'azione di sostegno intende offrire uno spazio di ascolto e di condivisione, facilitare la comunicazione all'interno della coppia e aumentare la consapevolezza della genitorialità.</p><p>L'obiettivo è migliorare il benessere e la qualità di vita dell'intero nucleo, con interventi in favore sia della coppia, sia di fratelli e sorelle e anche di nonni, una risorsa importante per le famiglie.</p><p>Viene proposto un percorso di psicoterapia breve, strutturato nel modo seguente:</p><ul><li>due colloqui iniziali, preliminari all'avvio del percorso, finalizzati alla valutazione delle esigenze e alla definizione degli obiettivi;</li> <li>dieci incontri di psicoterapia;</li> <li>un incontro di <i data-redactor-tag="i">follow up</i> per verificare la stabilità dei risultati ottenuti.</li></ul><p>Gli incontri hanno cadenza settimanale; gli orari vengono concordati.</p><p>Sarà eventualmente possibile accogliere la richiesta di uno solo dei genitori, anche se rimane preferibile la presenza di ambedue.</p><p>Il percorso è offerto gratuitamente a dieci coppie.</p><p>Per i nonni sono programmati incontri di consulenza psicologica per la gestione di eventuali problematiche relazionali con il nipote o con altri membri della famiglia.</p><p>È in corso di progettazione la realizzazione di incontri di gruppo tra fratelli di bambini autistici, con finalità ludico-esperienziali ed espressive e gli obiettivi seguenti: </p><ul><li>fornire informazioni circa le particolarità del fratello;</li> <li>favorire l'espressione e il riconoscimento del proprio vissuto emotivo;</li> <li>promuovere la condivisione dell'esperienza tra coetanei;</li> <li>favorire la crescita di competenze personali.</li></ul><p>Le attività del progetto sono coordinate dalla dottoressa Giulia Guerra, psicologa e psicoterapeuta (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).</p></div>", "author": { "@type": "Person", "name": "Emanuele Patrizi", "image": "https://www.unabreccianelmuro.org/components/com_easyblog/assets/images/default_blogger.png" } }