Vi sembro strano, ma accettatemi

Vi sembro strano, ma accettatemi Vi sembro strano, ma accettatemi

Un litigio con due amiche di classe, un rimprovero, poi la lettera di scuse. Così uno studente del Liceo Poerio di Foggia, affetto da autismo, con l'aiuto di sua madre ha provato a spiegare ai compagni il perché dei suoi atteggiamenti, il suo essere "uguale a voi per certi aspetti e diverso da voi per altri". Alla fine, per riportare la quiete in classe, il tredicenne sceglie di leggere la missiva.

Lo ha fatto per scusarsi, certo, ma anche per portare i suoi compagni nel suo mondo. Per capire e capirsi reciprocamente.

"È stato un bel momento – dice un insegnante- mi sono commosso, ho pianto". Per ricomporre l'incomprensione, l'adolescente affetto da autismo si scusa e promette: "Giuro che ci proverò". Ma prima, "approfitto per parlarvi un po' di me, forse andava fatto prima". "Ho sogni, passioni, sentimenti, gioie, dolori, ansie, come ogni ragazzo della nostra età. Mi differenzia da voi lo spettro autistico, che a volte può essere una marcia in più e altre volte un ostacolo".

"I miei sensi sono più sensibili, il mio umore è più sensibile, posso sembrare bizzarro, ho movimenti che ai vostri occhi sembrano strani e disconnessi, ma io non posso farne a meno", si legge nella lettera scritta dall'alunno della classe prima.

Il ragazzo ha poi continuato: "Un rumore improvviso, fastidioso, uno sguardo insistente, un tocco, un profumo può rendermi instabile. Per scaricare l'ansia rosicchio le mie unghie, mi mordo la mano, sposto gli oggetti anche in modo irruento, ma mai, mai, picchierei qualcuno".

Così l'appello – già accolto dai compagni di scuola – è diretto: "Non chiedo l'amicizia forzata di nessuno, ma almeno accettatemi per quel che sono. Io l'autismo non l'ho scelto, anzi ho dovuto accettarlo, non chiudete i vostri cuori, tendetemi una mano", conclude lo studente. Il quale, anche prima di questa lettera molto significativa, era già il beniamino della sua classe.

Michele Cirulli

Foggiareporter.it

Intervista con Salerno Guiscards - Fox Life
Usa, dubbi sullo screening di massa
Consulenza a distanza
Principali
Articoli in evidenza
Una breccia nel muro ha avviato un servizio di consulenza a distanza impostando programmi di mantenimento e generalizzazione. I genitori saranno guidati dai terapisti in ogni parte del processo...
Marzo 2020
Articoli in evidenza
Nel novembre scorso con altre dieci famiglie con figli autistici, come mio figlio Matteo, avevamo deciso di trascorrere insieme il Capodanno per regalarci un'occasione per stare tutti assieme. Qualche...
Marzo 2020
Articoli in evidenza
 Un vasto studio internazionale ha permesso l'identificazione di 102 geni correlati al rischio di sviluppare disturbi dello spettro autistico. Un passo importante per lo sviluppo di nuove terapie...
Principali
Homepage
Articoli in evidenza
Da noi l'autismo colpisce oltre un bambino ogni 100. La domanda per un trattamento immediato e adeguato è crescente. L'Associazione di volontariato "Una breccia nel muro - ODV" offre tratt...

Sede di Roma

Via Giambattista Soria, 13
00168 Roma
Telefono: 06 95948586
Fax: 06 89877233
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sede di Salerno

Via Picenza, snc 
84132 Salerno
Telefono: 089 2852188/06 95948586 
Fax: 089 2853377 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright

Tutti i diritti riservati ©
Una breccia nel muro
C.F. 11605511002
Privacy e Cookie Policy